RICERCA

NOME
PREZZO -
CITTÀ
STANDARD
 

Di vacanza - Alberghi a Kruja Albania


I reperti archeologici testimoniano un'antica civiltà, per un importante porto commerciale della regione: Oriku (Orikumi i sotem) che risale al VI. Il lago di Valltos (Orikum) conserva ancora oggi le antiche rovine di questa città. Oriku, questa importante fortezza murata ha svolto un ruolo importante nella guerra tra Cesare e Pompei. Inizialmente, Pompeo lo tenne come stazione per la sua flotta militare, poi il 6 gennaio 48 aC, fu catturato da Cesare senza guerra, che aveva stabilito la sua eredità. Orik fu poi usato dai Romani, le guerre contro gli Illiri e i Macedoni. La flotta macedone di Alessandro Magno di Macedonia lo conquistò nel 214. Nel III secolo aC, Oriku tagliò le prime monete in nome della comunità civica. Nel periodo bizantino e nel medioevo, Orikus emerge come Jericho. Al momento dell'invasione ottomana di Arberia, i turchi sono stati chiamati Pashaliman. Nel Medioevo, Vlora e le sue aree cadevano sotto la Normandia, poi nel veneziano, e successivamente sotto invasione tedesca di Hohenstaufen. Questi sono descritti da Jirecek nei suoi studi.
Nel regno dell'Arberia, 1272, Vlora è menzionato per la fioritura di artigianato, commercio, bestiame e potting. Nel XIV secolo, Vlora era sotto il dominio del Principato di Balsha. Dovrebbe essere menzionato in questo periodo che la ribellione di Laberise di Vlora contro gli invasori bizantini del 1335-1336. Nel 1417 Vlora fu catturata dagli Ottomani. Gjergj Araniti, che ha organizzato gli attacchi contro gli invasori ottomani dal 1431 al 1432 nelle piste labirintiche, ha ricevuto la conquista delle grandi potenze d'Europa di quel tempo. Vlora è stata la base di Sultan Suleyman contro il sud Italia, Himara e Corfù. Per questo ha sollevato il castello di Vlora, dove è ora lo stadio "Flamurtari". Durante i secoli XVI e XVI la popolazione di Vlora sviluppò una serie di insorgenze contro gli invasori ottomani. Nel IX secolo. XVII-XVIII Vlora era il porto principale dell'Albania del Sud. La città ha sviluppato il mercato con Trieste, Venezia, Vienna, Corfù, Istanbul, Izmir, Breshian, Bar, Janinen, Malten e Cipro. Il vapore austriaco "Lloid" e l'italiano "Pulja" sono entrati a Vlora ogni settimana esportando o importando vari prodotti agricoli e industriali. Vlora ha esportato olio di oliva, olive, sale, lana, agnello e pelle di coniglio, tartarughe, sanguisughe, pollame, pecore, cavalli, carne macinata, pesce salato, uova di pesce, mulino, asfalto, Miele, estate di Narta e vino "Vlosh" di Vlora.
Alla fine del XIX e nei primi secoli XIX a Vlora furono creati una serie di associazioni patriottiche e culturali come Vlora (1887) "Fiume di Vlora" (1900), "Laberia" (1908), "La connessione nazionale per la propagazione dell'Albano Scuole "(1908), ecc., Che hanno svolto un ruolo importante nella conservazione della cultura e nell'apertura delle scuole albanesi il 7 agosto 1908, è stato completato dalla Scuola Albanese di Muradies. Tutti gli sforzi patriottici furono incoronati con la proclamazione dell'Indipendenza dell'Albania entro il 28 novembre 1912 dal più anziano ed eminente diplomatico Ismail Qemali insieme ad amici provenienti da diverse parti del paese. Costruiscono la bandiera nazionale a Vlora e formano il governo provvisorio con Ismail Qemali.
Durante la prima guerra mondiale, Vlora ha svolto un ruolo decisivo nel preservare i confini territoriali e marittimi. La guerra di Vlora negli anni Venti fu uno degli eponimi più gloriosi dei naufragi contro gli invasori italiani. Durante il 1925-1939 Vlora era sotto il regime di re Ahmet Zog. La seconda guerra mondiale ha reso Vlora uno dei punti focali più importanti del movimento antifascista nazionale contro gli invasori nazifascisti.

La liberazione di Vlora si è verificata il 15 ottobre 1944 e poi il 29 novembre 1944, l'intera Albania è stata liberata. Dopo tutto questo, il paese cade sotto la regola dittatoriale di Enver Hoxha, che ha isolato l'Albania dall'Occidente per circa 50 anni. Nel 1990 la gente dettò la dittatura, e gli anni che seguirono appartengono al sistema pluralistico. Vlora è stata una delle città più colpite dai cambiamenti politico-sociali del paese. Ora tutto è normalizzato - lo spirito di amore e di commercio di vlonjatit sta dando giorno per giorno una nuova visione della città, in particolare il turismo veloce.

STUDIOS ZAIMI

HOTEL RIDAL

HOTEL ZVERNECI

HOTEL TOZO

HOTEL JONUFRA

GLLAVA APARTMENTS

VILLA BREGDETI

BLUE WAVE APARTMENTS

HOTEL REDI

GUSTHOUSE AULONA

AURORA RESIDENCE

HOTEL LEON'S