RICERCA

NOME
PREZZO -
CITTÀ
STANDARD
 

Dane kontaktowe


Preistoria

Le più antiche tracce di presenza umana risalenti al Paleolitico sono stati scoperti vicino al villaggio di Ksara nel sud dell'Albania. Strumenti trovato là indicano che 30 000 - 10 000 anni prima di Cristo Circa 6000-2600 anni aC E 'avvenuto durante il periodo Neolitico e la stabilizzazione del riscaldamento globale, che ha portato in una popolazione anatolica insediamento, che ha portato con sé l'inizio di agricoltura e la produzione della ceramica. Circa 5000-4000 anni aC cultura Carkan cominciò a dominare, che ha lasciato queste zone decorato con forme geometriche e figure. Culture neolitiche in ritardo provocato lo sviluppo del Mali-Kamnik. Questa cultura è introdotto sul territorio dell'Albania dell'era rame durata 2600-2100 aC

Antichità

Nei tempi antichi il territorio dell'attuale Albania era  abitata dagli Illiri era sotto il dominio romano (dal secolo II in BC.) E bizantina (dal IV secolo dC.); alla fine del secolo VI e VII slavi hanno allagato.; nei secoli successivi, il rito cristiano greco ha guadagnato un vantaggio .


Skanderbeg – eroe nazionale dell'Albania

Dal secolo IX. terre albanesi gareggiato dissolvenza impero di Bizant. Bulgaria, Venezia,  siciliane e la Serbia. A cavallo tra XII e XIII. Esiste principato prima Albanese Arberia, con il capitale Kruja. Negli anni '30 del XV-simo secolo. I turchi conquistarono quasi tutta l'Albania. La rivolta anti-turca scoppiata nel 1443 sotto la guida di Skanderbeg, che è riuscito a creare uno Stato indipendente; circa 1.479 turchi riconquistarono l'Albania (senza enclave di montagna nel nord e sud); suddivisi in 6 sanxhaki Albania divenne parte wilajatu Rumeliano. Albanesi feudatari nella maggioranza abbracciato l'Islam, preservando la ricchezza e privilegi. Stato della religione Islamica dominante ha raggiunto.

XVIII-XIX

Verso la fine del Settecento e dell'Ottocento. Albania meridionale, parte della Grecia e la Macedonia si è concentrato sotto il suo regno di Ali Pasha. Nel XIX-simo secolo. Movimento di liberazione Sviluppato è stato testimone di lotta armata. Nel 1878 e stato creato l'Albanese lega di Prizren , che ha cercato l'autonomia per il paese.

XX

Dopo lo scoppio della guerra Balcanica nel mese ottobre di 1912 le terre attualmente occupate da le truppe della coalizione anti-turca dell'Albania. La minaccia di taglio, i rappresentanti del congresso del popolo a Valona nel 28 novembre 1912 dichiaròno l'indipendenza dell'Albania. Nel dicembre 1912 la conferenza di ambasciatori di Londra ha deciso di istituire un principato autonomo dell'Albania sotto l'autorità suprema del protettorato della Turchia e le potenze europee. Doveva essere la capitale di Scutari (Shkodra), che, tuttavia, è stato annesso nel mese di aprile 1913 da Montenegro, che ha portato all'intervento di Austrio-Ungheria e padroneggiare la  Skutari (14 maggio 1913), che sono stati poi consegnato alla Royal Navy.
Nel luglio 1913 una conferenza di ambasciatori ha garantito l'Albania ottenne l'indipendenza sotto la supervisione dei europei poteri, ma non ha fissato i confini del paese. A parte l'Albania sono stati concessi alla Serbia, il Kosovo.I Poteri Europei hanno garantito al' Albania la zona, come determinato dai Greci come Nord Epiro, abitate da una vasta comunità greca, a sua volta, nel sud Epiro, abitato anche da albanesi, entrò a far parte della Grecia. Nel mese di marzo 1914 il principe di Albania era il principe tedesco Wilhelm zu Wied, ma nel settembre del 1914 ha dovuto rinunciare al trono.

Durante la prima guerra mondiale il paese fu occupato dall'esercito di Italia, Grecia, Francia, Serbia, Montenegro e l'Austrio-Ungheria. le piani dopoguerra per divisione  del dell'Albania tra l'Italia, la Grecia e il Regno di Serbia, hanno fallito. Conferenza degli ambasciatori a Londra nel 1920 ha approvato l'indipendenza dell'Albania. La statualità di stato era in un clima di conflitti tribali e religiosi, lotte di potere tra i grandi proprietari terrieri e contadini  che chiedevano la riforma agraria. Nel giugno del 1924 un governo  liberale estata formata  . Il suo primo ministro Fan Stilian Noli ha promesso riforme democratiche. Nel dicembre 1924 Noli fu rovesciato da Ahmed Zogu , che ha introdotto la dittatura del paese (nel 1925 come presidente, e dal 1928 come Re Zog di albanesi). In 1926 Albania Zogu ha legato accordi militarmente, politicamente ed economicamente con l'Italia.

l'occupazione

In connessione con un tentativo di ottenere l'indipendenza da Zog, l'Italia occupò l'Albania 7 aprile 1939 e rovesciò il re Zogu I. Inizialmente il governo ha iniziato lavoro per collaborazione con il primo ministro albanese Mustafa Merliką. Dopo la capitolazione d'Italia 10 set 1943 l'Albania fu occupata dalle truppe tedesche. Durante la seconda guerra mondiale,ha trovato una forte resistenza, soprattutto comunista.

16 ottobre 1942 è stato fondato il Fronte di Liberazione Nazionale che porta le forze antifasciste insieme, a prescindere dall'ideologia o classe.  è diventata l'Esercito di Liberazione Nazionale UNC-è diventato il più forte potere politico e militare nel paese già a metà del 1944, controllando il 75% del territorio dell'Albania. Il comandante dell'esercito era un ufficiale di prima della guerra Spiro Moisiu e il leader indiscusso della resistenza Enver Hodża. Esercito di Liberazione Nazionale aveva i suoi battaglioni e brigate, ha ricevuto il sostegno della intelligenza segreto britannico Intelligenza servizio.

Nel mese di agosto 1943, il partito comunista ha stabilito un accordo con l'organizzazione nazionalista Balli Kombëtar (Fronte Nazionale), di conseguenza, il partito ha accettato di, tra gli altri, di unirsi con ogni gruppo, che una volta ha collaborato con i fascisti, ma questi contatti è conclusa e ha espresso la sua volontà di combattere l'invasore, l'unica condizione è che questi gruppi non sono responsabili di eventuali reati. Dopo di che, a seguito di pressioni da parte dei comunisti jugoslavi hanno deciso di respingere il progetto di Grande Albania, Balli Kombétar fallito alleati esistenti. Balli Kombëtar si è trovata in una situazione difficile a causa della mancanza di sostegno sociale. Dopo il Balli Kombétar ha riconosciuto i comunisti come la principale minaccia, ha iniziato a collaborare con i nazisti. La stessa organizzazione fatalmente schiantato con la sua immagine tra coloro che hanno combattuto contro l'occupante. Prendendo una collaborazione da parte di un'organizzazione rivale, i comunisti si sono trovati al centro dell'attenzione e alla fine è diventato il punto focale della lotta per la liberazione. Gruppi rivali di comunisti Balli Kombëtar e movimento legalità ed erano alla fine della guerra in frantumi.

Come risultato di un'azione militare sono stati ucciso 28 000 persone, 12 600 sono stati feriti e 10 000 prigionieri politici sono stati eseguiti in Italia e Germania, 35 000 persone sono stati inviati ai campi di lavoro forzato, e tutti gli impianti elettrici, i porti e le miniere sono state distrutte. Inoltre, l'economia nazionale è stato frantumato, e l'agricoltura e l'allevamento sono stati saccheggiati.

 

Enver Hoxha, Leader dell'Albania negli anni 1944-1985

Nel novembre 1944, e subito dopo i partigiani greci di stanza nel paese,la Germania, ha lasciato l'Albania. Il nuovo governo fatto appello al marxismo-leninismo. Il ruolo dell'Unione Sovietica nella liberazione del paese era trascurabile, in modo che l'Albania è stato l'unico paese la cui indipendenza dopo la Seconda Guerra Mondiale non è stato minacciato da alcuni dei poteri. In precedenza il governo di coalizione dominata dal partito comunista riorganizzato nell'agosto del 1945 il Fronte di Liberazione Nazionale. Le elezioni in Albania si sono svolte nel 2 dicembre e gioverno ha informato che 93% dei cittadini ha votato per i rappresentanti FLN. Durante il periodo di 1945-1950,il governio albanese ha adottato legge per consolidare lo stato di leninisti. Nell'agosto 1945 il governo ha effettuato la confisca delle aziende agricole e la loro combinazione in cooperative di produzione (cooperative), che consentirebbero l'Albania per raggiungere l'autosufficienza alimentare. Le terre dei proprietari terrieri e dei feudatari (Bey), che era il 52% di tutti i terreni sono stati distribuiti tra i contadini, dopo l'entrata della percentuale legge della terra che appartiene ai proprietari è stata al 16%. Grande importanza ha l' lavoro di elettrificazione e l'industrializzazione. L'analfabetismo, che nel 1939 ammontava a zone rurali era 90-95% nel 1950 estata 30%, e nel 1985 è stato pari ai paesi occidentali.

Nel 1946 ci fu un incidente nello stretto di Corfù ha causato danni alle navi britanniche poste dalle mine Albanesse.

Dopo la guerra, parte della direzione del partito (tra cui Koçi Xoxe) erano a favore di un'unione con la Jugoslavia; avversari di unificazione dei due paesi (tra qui era anche Hoxha) è riuscito a respingere il progetto nel 1948, l'Unione; rafforzato la cooperazione politica ed economica con l'URSS. Quando, nel 1948 ci fu una crisi con jugoslava, l'Albania ha optato per l'Unione Sovietica. Questo è stato il risultato di una disputa in precedenza con la Jugoslavia nel 1947 causata dalle esigenze della Jugoslavia, che ha sostenuto che l'Albania può concludere accordi con altri paesi senza l'approvazione jugoslava.

Nel 1955 le Nazioni Unite e il Patto di Varsavia. Nel 1949, le agenzie di intelligence britannici e americani hanno collaborato con il re Zog. Servizio di questi paesi ha reclutato profughi albanesi e gli immigrati dall'Egitto, l'Italia e la Grecia dove, dopo la loro formazione a Malta, Cipro e Germania occidentale, il loro servizio li tornarli in Albania. Nel  anni 1950 e 1952  gli agenti addestrati hanno cercato di creare unità di guerriglia, ma sono stati uccisi o catturati dalle forze di sicurezza albanese. Reti suddivise disponibile era la spia britannica, e anche un agente sovietico Kim Philby che funge da ufficiale di collegamento tra i servizi segreti britannici e la CIA. Philby ha presentato il piano per infiltrarsi occidentale in Mosca, che ha consentito l'eliminazione di circa mq. 300 spie.

Dopo la separazione dalla Jugoslavia, l'Albania si alleò con l'Unione Sovietica. Dal 1948 fino al 1960 ha ottenuto per lo sviluppo delle infrastrutture tecniche e di 200 milioni di dollari di aiuti sovietici. Albania nel 22 febbraio 1949. È stato ammesso al Consiglio di assistenza economica. L'Albania ha messo pressione su Jugoslavia e ha svolto il ruolo delle forze filo-sovietiche nel Mare Adriatico. Sull'isola di Sazan vicino Valona è stata costruita una base sottomarina, avendo in pericolo la VI-ma Flotta degli Stati Uniti. Le relazioni tra l'Albania e l'Unione Sovietica è rimasto vicino fino a quando Stalin è morto nel 5 Marzo di anno 1953 .

Durante Nikita Khrushchev e il suo documento sulla destalinizzazione, assistenza all'Albania è stato limitato, e il governo sovietico Hoxha incoraggiati ad adottare un corso più revisionista. Nell'ambito di questa politica, l'Albania potrebbe aumentare la produzione agricola e l'esportazione di tali prodotti verso i paesi del Patto di Varsavia, mentre il governo albanese ha scelto di sviluppare l'industria, e la politica, che volevano imporgli l'Unione Sovietica potrebbe ridurre il potenziale industriale albanese.

Quando nel 1956 il XX-simo Congresso dell'Unione Sovietica, Hrushov denunciò il culto della personalità, che è stato costruito intorno Józef Stalin e ha anche accusato il defunto dittatore di molti errori gravi, Hoxha si sentiva a lui sempre più risentimento. Hoxha con rabbia ha accettato la teoria della coesistenza pacifica. Hoxha ha preso una posizione tagliente contro il punto di vista sovietico, che considerava il revisionismo. Come risultato di destalinizzazione nel blocco orientale, l'unità del Partito del lavoro albanese cominciò a declinare, nel mese di aprile 1956 ha organizzato a Tirana una riunione speciale di 450 delegati del partito. I delegati hanno criticato il partito condizioni per la mancanza di democrazia socialista prevalente. I delegati hanno chiesto discussioni sul culto della personalità e il XX Congresso del PCUS. Hoxha ha chiesto una risoluzione che avrebbe difeso l'attuale leadership del partito. La risoluzione è stata adottata, e tutti i delegati che hanno parlato a favore della destalinizzazione e ha continuato l'appartenenza al blocco orientale sonno espulsi dal partito o imprigionati. Hoxha ha dichiarato che la spaccatura nel partito è stato un altro tentativo di rovesciare il sistema di organizzata Albanese  dalla Jugoslavia. L'incidente ha comportato un ulteriore consolidamento del potere Hoxha, quindi escluso l'attuazione delle riforme spinto attraverso da Krusciov. Nello stesso anno, Hoxha ha visitato la Cina, dove ha incontrato Mao Zedong. Le relazioni con la Cina sono migliorati in modo significativo, come evidenziato da aiuti cinesi in Albania, che nel 1955 (prima della visita) è stata del 4,2%, e nel 1957, è aumentato al 21,6%.

Dopo il 1960 c'è stato un forte deterioramento delle relazioni con l'Unione Sovietica e gli altri paesi del Patto di Varsavia al di fuori della Romania. Nel 1967, le autorità hanno vietato tutte le pratiche religiose . Nel 1962, , 1968  si ritirò dal Patto di Varsavia e ha istituito una cooperazione politica ed economica ampia con la Repubblica popolare cinese. Il governo, temendo un intervento dalla Jugoslavia o del blocco orientale, costruito centinaia di migliaia di ricoveri. Come l'unico paese europeo l'Albania non ha firmato l'atto finale della CSCE di Helsinki (1975). Nel 1976 essa ha adottato una costituzione e il nome della Repubblica socialista popolare di Albania. Alcune clausole del 1976 Costituzioniono. Libertà politiche frenato che sono state interpretate come in contrasto con l'ordine stabilito. I servizi speciali Sigurimi applicano metodi repressivi. Dopo il 1968 i cittadini era proibito di andare all'estero, ed escursioni possono essere trattati a norma di legge come un tradimento.

Nel 1978 ci fu una pausa di cooperazione con la Cina. Dopo la morte di Hoxha nel 1985 ha preso il potere Ramiz Alia, considerato un membro della fazione liberale all'interno del partito laburista. Il partito sotto la guida di Alii cominciò gradualmente la liberalizzazione. Nel 1987, il paese ha cominciato crisi economica, il deterioramento della bilancia commerciale albanese. Nello stesso periodo le autorità albanesi finalmente riconosciuto che le politiche per la lotta contro la religione non è riuscito, con conseguente alcuni monumenti restaurati di architettura religiosa (soprattutto moschee). Nel 1987, il miglioramento delle relazioni dell'Albania con la Repubblica federale di Germania e la Grecia nel 1988 - con l'Italia. Nel 1989, il quotidiano albanese ha riportato i cambiamenti in Europa centrale e orientale. Nel 1989, l'Albania ha subito un'ondata di manifestazioni anti-governative, e alla fine di giugno e luglio 1990 rivolte a Tirana e l'afflusso massiccio di oppositori del sistema alle ambasciate.

Albania moderna

Nelle elezioni parlamentari del marzo 1991 ha vinto l 'partito komunista. Allo stesso tempo, il nuovo governo comunista ha iniziato una serie di modifiche al sistema di libero mercato e della liberalizzazione - beni appartenenti alle aziende agricole di proprietà statale è stato distribuito tra i contadini. 29 aprile 1991 il parlamento albanese ha cambiato il nome del paese per la Repubblica di Albania, il primo presidente ha annunciato Alia, così come l'Albania ha cambiato la Costituzione, introducendo la separazione dei poteri ed ampliare la portata delle libertà civili. 30 set 1991 è stata votata una legge in base al quale le prigioni sono stati rilasciati i prigionieri politici, ad eccezione di coloro che hanno commesso atti di terrorismo con vittime. 16 Maggio 1991 uno sciopero generale scoppiata, utilizzando il suo completamento (7 giugno) autorità APP effettuate il congresso X partito il 10-13 giugno, in cui i sostenitori del partito della riforma cambiato il nome in Partito Socialista d'Albania (pssh) il suo presidente era F. Nano. Nel giugno 1991 l'Albania è membro della CSCE. Nel novembre 1991 la più grande del partiti di opposizione albanese PD il primo ministro Y. Bufiego impegnato a fissare una data per le elezioni libere e la senza partecipazione della comunista al governo. DPA sarà presto presentare una dichiarazione accusando le autorità di terrorizzare gli avversari politici e ha chiesto un'indagine su abusi commessi dalla classe dirigente e la famiglia Hoxha. Soccombere alla pressione da parte del pubblico nel dicembre 1991 è stato arrestato sulla base di accuse di corruzione vedova del leader N. Hoxha e istituito un governo di coalizione Vilson Ahmeti nella preparazione delle elezioni.

22 MARZO 1992 è stata effettuata elezioni parlamentari democratiche, si conclude con una vittoria decisiva per l'opposizione democratica. Il nuovo parlamento  ha scelto l'8 aprile il Presidente Sali Berisha, Presidente della Republika Albanese. Sotto la sua guida decomunizzazione intraprese le opportune azioni vasto, tra cui rimuovere i simboli del passato regime, invalidando decorazioni, e titoli accademici anche conferiti dalle autorità comuniste. Ha mobilitato i sostenitori del vecchio ordine alla contrazione.

Nel 1994, ci fu un attacco a Peshkopii fatta da separatisti greci riuniti nel Fronte di Liberazione del Nord Epiro. Il leader del gruppo di attaccanti doveva essere Anastasios Giorgos, un ex ufficiale dell'esercito greco.

Le elezioni parlamentari del maggio 1996 emarginati del Partito socialista post-comunista dell'Albania, come vinte dal Partito Democratico, che ha ricevuto 122 seggi parlamentari su 140 posti a sedere. Gli osservatori dell'opposizione e internazionali, tuttavia, hanno annunciato numerose irregolarità durante le elezioni.

L'opposizione ha boicottato i lavori del Parlamento, e nel 1997 è sceso fondi di investimento basata su un sistema a piramide, che ha portato a proteste sociali. Come risultato di anarchia nel paese dall'incompetenza delle nuove autorità di risolvere i conflitti sociali, e le forze dell'ordine ed i militari che mostra una scarsa efficienza, è stato quello di prendere il controllo su gran parte del paese da parte del cosiddetto. comitati Eli, che ha chiesto le dimissioni del governo, che si è dimesso dalla soluzione militare venendo a osservatori dell'OSCE in Albania. Questa atmosfera è stata accompagnata da disordini nel paese a seguito della quale ha ucciso quasi 2.000 persone. A cavallo tra giugno e luglio 1997, il Partito Democratico ha deciso di indire le elezioni per normalizzare la situazione nel paese. In questa situazione, i governi hanno preso il Partito Socialista d'Albania. Nel luglio 1997, il Parlamento ha scelto il presidente Rexhep Mejdani, orientamento politico di centro, che necessariamente invocato l'esercito. Tra i cambiamenti più importanti del paese è stata l'adozione di una nuova costituzione il 21 ottobre 1998. La Costituzione introdotta dai socialisti limitato l'ambito di autorità del presidente e rafforzato il ruolo del primo ministro.

Albania alla fine del secolo scorso è stato uno dei paesi meno interessanti in Europa per gli investitori a causa delle infrastrutture fatale e la mancanza di normativa in materia. Proprietà. Tuttavia, con il collasso economico dell'Albania hanno salvato così. lavoratori ospiti, o quelli che lavorano all'estero, che hanno lasciato il loro denaro nel paese, ad es. attraverso le famiglie. Dopo la fine del vicolo cieco, l'Albania ha ricevuto l'assistenza internazionale nella ricostruzione delle infrastrutture, formazione e strutture di sicurezza dello Stato. L'importanza dell'Albania in campo internazionale è cresciuta, il Paese ha servito come una delle più importanti basi operative durante le operazioni della NATO in Kosovo nel 1999.

Il governo Fatos Nano, che ha regolato di nuovo nel 2002-2005, ma non sconfitto la corruzione e la criminalità organizzata, e il corso del nord-est del paese fu impantanati nella povertà. Anche il ripristino delle strutture mafiose, che nella realtà del dopoguerra sembrava onnipresente l'Albania, ha contribuito alla fine del governo socialista nel 2005 a causa delle elezioni parlamentari di quest'anno vinte dal Partito Democratico. Il primo ministro Sali Berisha è stato il paese che ha annunciato la lotta contro la corruzione e la criminalità. Berisha ha firmato nel febbraio 2006, ha negoziato nel 2003 un accordo di associazione con l'Unione europea. Di conseguenza, il lavoro è iniziato, volti ad adeguare ai diritti dei requisiti Albanese UE. Nel novembre 2006, ha adottato una risoluzione che condannava il regime comunista e la decisione fino al 1985. Enver Hoxha. L'opposizione, guidata dal Partito socialista albanese, ha registrato un'altra sconfitta nelle elezioni nel luglio 2009 e non ha bloccato la candidatura a presidente Bamir Topi paese il cui giuramento il 24 luglio 2007. 1 Apr 2009 in Albania insieme con la Croazia uniti strutture della NATO.

11 Giugno 2012 il parlamento albanese ha scelto Bujara Nishaniego per la carica di Presidente della Repubblica di Albania. 24 luglio 2012 e formalmente preso il giuramento ha cominciato a svolgere le funzioni di capo di stato. 23 giugno 2013 le elezioni parlamentari, che ha portato un cambiamento sulla scena politica albanese, come il Partito Democratico è stato sconfitto dal Partito socialista di Rama Edi alla testa.